Il 20 Gennaio 1979, a 30 anni di distanza dall’ingresso dei primi studenti nel Collegio Cairoli, 9 Alunni e il Rettore del Collegio Marco Fraccaro costituirono l’Associazione Alunni del Collegio Fratelli Cairoli.

Durante quei primi 3 decenni avevano studiato in Cairoli oltre 500 studenti. Per alcuni dei primi che entrarono (gli antenati) il Collegio rappresentò una sorta di prima casa dopo le tragedie della guerra; per tutti la comunità di studio e di amicizie, che si sarebbero mantenute per tutta la vita. Gli studenti venivano da ogni regione; il Cairoli era un collegio universitario “pubblico”: non si doveva essere nati in Lombardia o quanto meno da genitori lombardi per accedervi. Si entrava in Collegio e vi si rimaneva  per merito scolastico. La mensa era il  punto di incontro per discutere di vita universitaria e per scambiare esperienze tra anziani e giovani di diverse facoltà. Certamente c’erano il periodo della matricola e le attività sportive con le rivalità con gli altri Collegi, che aumentavano lo spirito di appartenenza. Tutto questo era ben presente ai fondatori dell’Associazione Alunni, che definisce nello Statuto i suoi propositi.

La politica culturale, primariamente nell’ambito dell’Università e della città di Pavia, la collaborazione e la solidarietà tra Alunni, il consiglio e l’aiuto (tutorato) verso gli studenti e i giovani laureati sono gli obiettivi principali.

Il Collegio Cairoli è un ottimo esempio dei servizi di eccellenza che una Università, come quella di Pavia, caratterizzata dalla presenza dei collegi, deve offrire agli studenti italiani (e non solo).

L’Associazione è sempre stata attiva negli anni e vanno ringraziati i Presidenti e i Consigli Direttivi per la loro operosità. Proprio per questo vivo senso di appartenenza al Collegio è stato semplice coinvolgere anche altri Alunni, oltre quelli del Consiglio Direttivo, nella progettazione e realizzazione dei programmi dell’Associazione.

In questa attività è fondamentale la collaborazione con i Rettori del Collegio Graziano Leonardelli e Giuseppe Faita.

Molti cambiamenti che sono avvenuti e stanno avvenendo nell’Università (e nella società) coinvolgono inevitabilmente anche il sistema dei Collegi. Gli adeguamenti sono necessari; ma vanno salvaguardate le caratteristiche fondamentali del Collegio, come comunità studentesca con elevato impegno scolastico e alto livello culturale. Questo aspetto è assicurato anche dai programmi dell’Associazione Alunni.

L’adeguamento alle nuove richieste passa anche attraverso il sito internet opportunamente rivisitato, che permetta una conoscenza delle attività previste nel Collegio.

La sua riscrittura è anche un buon esempio di collaborazione tra generazioni diverse di Alunni.

This content is also available in: Inglese